Bollo auto cancellato da Draghi? Cosa c’è di vero


August 07, 2021

Il premier Mario Draghi non ha cancellato il bollo auto, ma ci sono buone notizie sia per chi è in ritardo con i pagamenti sia per chi lo ha sempre pagato regolarmente

Si parla sempre più spesso del bollo auto cancellato dal governo Draghi. A più riprese sono circolate voci sull’eliminazione della tassa automobilistica come misura dell’esecutivo. In realtà i contribuenti sono ancora tenuti a pagarla, ma ci sono alcune eccezioni per diverse manovre messe in atto non solo da Palazzo Chigi ma anche dalle Regioni.

Bollo auto cancellato da Draghi? Come funziona il condono

Il 20 agosto diventa realtà la pace fiscale decisa attraverso il dl Sostegni, che prevede lo stralcio delle cartelle esattoriali risalenti al decennio compreso tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010.

Tra i ruoli cancellati sono compresi anche quelli relativi al bollo auto non pagato. Le cartelle inevase devono avere un importo massimo lordo di 5 mila euro. L’eliminazione delle pendenze riguarda i contribuenti con un Isee inferiore ai 30 mila euro nel 2019.

Il condono è stato deciso dal governo Draghi perché, a conti fatti, recuperare gli arretrati si rileva sempre più oneroso per il Fisco con il passare del tempo. Lo stralcio dei ruoli potrebbe inoltre ricucire il rapporto tra lo Stato e il cittadino debitore, che senza gli oneri del passato si troverebbe di nuovo nella posizione di pagare correttamente le tasse.

Il contribuente insolvente non deve avviare alcuna pratica né fare una richiestaspecifica per accedere alla pace fiscale, che si applica, come dicevamo, anche ai bolli auto non pagati. Di seguito le tappe e il calendario.

  • Entro il 20 agosto l’agente della Riscossione inserisce nel database del Fisco i codici fiscali di chi rientra nella misura.
  • Entro il 30 settembre si procede con la comunicazione dei beneficiari esclusi per il superamento della soglia Isee.
  • Entro il 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate elimina i ruoli che rientrano nella manovra.
  • Entro il 30 novembre gli interessati ricevono la comunicazione dell’avvenuta cancellazione delle cartelle.

Bollo auto cancellato da Draghi? I rimborsi e le agevolazioni

In attesa di nuove decisioni di Palazzo Chigi sulla riforma fiscale, che dovrebbe riguardare anche il bollo auto, ad esempio con la tanto attesa cancellazione del superbollo, le singole Regioni hanno stabilito agevolazioni per alcune fasce di contribuenti che invece hanno sempre pagato la tassa automobilistica.

In quasi tutta la Penisola la scadenza del bollo auto è stata prorogata a causa della pandemia di Covid. Ci sono poi sconti per chi paga attraverso domiciliazionebancaria, che in Lombardia arrivano al 15% e in Campania al 10%.

Altre misure sono state stabilite per andare incontro ai lavoratori che hanno sofferto di più a causa delle limitazioni anti Covid. Sempre in Lombardia, ad esempio, i lavoratori che utilizzano la macchina come strumento di lavoro, come i rappresentanti e gli autisti, possono richiedere il rimborso del bollo auto 2020 versato nonostante i tanti mesi di fermo.

Per avere un quadro completo è utile recarsi presso un centro Aci regionale o connettersi al sito dedicato per trovare informazioni riguardo possibili rimborsi del bollo auto, sconti e agevolazioni spettanti in base al luogo di residenza.

                                                    export USA

quifinanza

Commenti(0)

Log in to comment