Italia: il livello del mare potrebbe alzarsi fino a 80 centimetri


August 16, 2021

Secondo una proiezione della Nasa, il livello del mare che bagna le coste Italiane è destinato ad aumentare di minimo 30 centimetri nei prossimi decenni. Nel peggiore degli scenari il livello dell'acqua potrebbe aumentare sfiorando il metro di altezza.

Entro il 2100 il livello del mare lungo le coste italiane è destinato a salire tra i 30 e gli 80 centimetri. L’allarme arriva direttamente dalla Nasa che ha creato uno strumento in grado di effettuare una proiezione del livello del mare nel prossimo futuro. Questo strumento rende fruibile e facilmente comprensibili i dati sul futuro innalzamento del livello dei mari, causato dallo scioglimento dei ghiacci, stilati dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc) dell’Onu.

L’Intergovernmental Panel on Climate Change è l’organismo delle Nazioni Unite per la valutazione della scienza relativa al cambiamento climatico. L’Ipcc è stato creato per fornire ai responsabili politici valutazioni scientifiche regolari sul cambiamento climatico, le sue implicazioni e i potenziali rischi futuri. Come parte di questo sforzo, l’Ipcc esamina e distilla la letteratura scientifica fornendo proiezioni sul livello del mare in tutto il mondo in una serie di possibili scenari futuri.

Il modello è facilmente consultabile sul sito Sea Level Portal della Nasa. Qui l’utente potrà visualizzare una mappa che mostra un resoconto dettagliato, luogo per luogo, del futuro livello marino.

Lo strumento di proiezione del livello del mare della Nasa consente agli utenti di visualizzare e scaricare i dati di proiezione del livello del mare dall’Ipcc 6th Assessment Report (Ar6). L’obiettivo di questo strumento è fornire un accesso e una visualizzazione facili e migliorati alle proiezioni di consenso trovate nel rapporto.

Sea Level Portal consente agli utenti di visualizzare le proiezioni del livello del mare sia globali che regionali dal 2020 al 2150, insieme a come queste proiezioni differiscono a seconda dello scenario futuro.

Per quanto riguarda le coste italiane, nel caso migliore l’innalzamento sarà di circa 30 centimetri, mentre in quello peggiore di 80cm già fra 79 anni. Secondo la proiezione mappata dalla Nasa, a Venezia nel 2100 l’innalzamento del mare nel caso migliore potrebbe essere di 41 centimetri superiore al livello attuale, nel caso peggiore il livello si alzerebbe di 87 centimetri causando un costante fenomeno dell’acqua alta. A Genova, a Civitavecchia, Napoli, Palermo e a Cagliari l’acqua potrebbe alzarsi di 61 centimetri nel migliore dei casi.

                                                  bando nuovi macchinari              

wired

Commenti(0)

Log in to comment