Russia: incidente probabilmente inscenato con i droni del Cremlino

Loading

Russia: incidente probabilmente inscenato con i droni del Cremlino

Russia: incidente probabilmente inscenato con i droni del Cremlino .La Russia “probabilmente ha organizzato” il presunto attacco di droni al Cremlino, secondo l’Institute for the Study of War (ISW). Il think tank con sede negli Stati Uniti ha affermato che la Russia stessa è dietro l’incidente, definendolo un tentativo di “portare la guerra a casa a un pubblico russo e creare le condizioni per una più ampia mobilitazione sociale”.

“Diversi indicatori suggeriscono che lo sciopero sia stato condotto internamente e intenzionalmente organizzato”, ha scritto in un briefing pubblicato giovedì.

I filmati che circolano sui social media mostrano quello che sembra essere un drone che esplode martedì sera vicino a un’asta della bandiera in cima al Palazzo del Senato del Cremlino, con due persone non identificate che si arrampicano in cima all’edificio.

La Russia ha detto che Vladimir Putin è rimasto illeso poiché non si trovava nell’edificio al momento del presunto tentativo di omicidio.

Dopo aver inizialmente affermato mercoledì che l’incidente è stato un tentativo di omicidio ucraino e promesso ritorsioni per il presunto “attacco terroristico”, il Cremlino ha ampliato la sua teoria dell’attacco per includere gli Stati Uniti, affermando che il Pentagono è stato in realtà il principale architetto di la presunta aggressione, senza fornire prove a sostegno dell’accusa.

“Gli sforzi di Kiev e Washington per negare ogni responsabilità sono totalmente ridicoli”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in un briefing. “Le decisioni su tali attacchi non vengono prese a Kiev, ma a Washington. Kiev sta solo facendo ciò che le viene chiesto di fare.

“Washington deve capire che lo sappiamo”.

La Casa Bianca ha risposto accusando il Cremlino di “mentire”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha negato che il suo paese fosse coinvolto.

“Stiamo combattendo sul nostro territorio, stiamo difendendo i nostri villaggi e le nostre città”, ha detto durante una visita a sorpresa in Finlandia. “Non stiamo attaccando Putin o Mosca. Non abbiamo armi sufficienti per questo”.

La Casa Bianca in precedenza aveva affermato di non poter “confermare l’autenticità” dei rapporti della Russia secondo cui avrebbe sventato l’attacco.

Parlando mercoledì alla Casa Bianca, l’addetto stampa Karine Jean-Pierre ha affermato che l’amministrazione Biden è “a conoscenza delle notizie” ma “non è in grado di confermarne l’autenticità in questo momento”.

“E quindi non voglio entrare in speculazioni da qui su quello che è successo”, ha detto.

“Domande serie”

Se confermato, il presunto attacco di droni rappresenterebbe una significativa escalation nel conflitto di 14 mesi, con l’Ucraina che porterà la guerra al cuore del potere russo.

I detriti dei veicoli aerei senza equipaggio sono caduti sul terreno della sede del presidente russo ma non hanno causato danni, secondo una dichiarazione sul sito web del Cremlino.

Un video pubblicato durante la notte su un canale Telegram di notizie locali di Mosca, girato dall’altra parte del fiume rispetto al Cremlino, sembrava mostrare il fumo che si alzava sugli edifici.

Secondo il testo che accompagna il video, i residenti di un vicino condominio hanno riferito di aver sentito dei colpi e di aver visto del fumo intorno alle 2:30 ora locale.

Euronews non ha potuto autenticare la clip.

Numerosi esperti di sicurezza e osservatori internazionali hanno espresso dubbi sulla storia di Mosca, con alcuni che suggeriscono che potrebbe essere stata messa in scena per spettatori internazionali. Si sono chiesti perché la Russia vorrebbe che la sua stessa gente sapesse che non poteva intercettare un piccolo drone fino all’ultimo minuto.

“Ho alcune domande serie”, ha twittato l’ex primo ministro svedese, Carl Bildt. “È davvero realistico – se il drone proveniva da molto lontano – che nessuna difesa aerea sarebbe potuta intervenire fino a poco sopra il Cremlino stesso?”

Nel suo briefing, l’ISW ha osservato che la Russia ha recentemente rafforzato le sue difese aeree interne, anche su Mosca.

“È quindi estremamente improbabile che due droni possano essere penetrati in più strati di difesa aerea e fatti esplodere o essere stati abbattuti proprio sopra il cuore del Cremlino in un modo che ha fornito immagini spettacolari catturate bene dalla telecamera”, ha scritto.

Hanno aggiunto che la “risposta immediata, coerente e coordinata del Cremlino secondo cui l’attacco è stato preparato internamente in modo tale che i suoi effetti politici previsti superino il suo imbarazzo”.

Le autorità russe hanno affermato che l’attacco è avvenuto durante la notte, ma non hanno presentato altre prove a sostegno della loro affermazione. Né i funzionari hanno detto perché ci sono volute più di 12 ore per denunciare l’incidente.

Uno stretto consigliere del presidente Zelenskyy, Mikhail Podolyak, ha affermato che le affermazioni del Cremlino forniranno un pretesto alla Russia “per giustificare massicci attacchi alle città ucraine, alla popolazione civile, alle infrastrutture” nei prossimi giorni.

Written by: