Parlamento Europeo: oggi il voto finale riforme sul cambiamento climatico

Loading

Parlamento Europeo: oggi il voto finale riforme sul cambiamento climatico

Parlamento Europeo: oggi il voto finale riforme sul cambiamento climatico .Oggi il voto finale sull’opportunità di approvare riforme radicali per rendere più ambiziose le politiche dell’UE sul cambiamento climatico, compreso un aggiornamento del mercato del carbonio .

Il mercato europeo del carbonio costringe le centrali elettriche e le fabbriche ad acquistare permessi di CO2 quando inquinano. Ha ridotto le emissioni di questi settori del 43% dal 2005, ma sta affrontando un rinnovamento per raggiungere obiettivi più ambiziosi dell’UE in materia di cambiamenti climatici.

Il Parlamento voterà su un accordo concordato lo scorso anno dai negoziatori dei paesi dell’UE e dal Parlamento, per riformare il mercato del carbonio per ridurre le emissioni del 62% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030.

In base all’aggiornamento, le fabbriche perderanno gradualmente i permessi gratuiti di CO2 che ricevono attualmente entro il 2034. Le misure costringeranno anche le navi a iniziare a pagare per le loro emissioni a partire dal 2024.

I legislatori voteranno anche sul primo piano mondiale dell’UE per imporre prelievi di CO2 sulle merci importate, tra cui acciaio e cemento a partire dal 2026, una politica progettata per mettere le imprese europee e straniere su un piano di parità.

Le leggi necessitano ancora dell’approvazione definitiva da parte dei Paesi Ue, che le valuteranno nelle prossime settimane, prima che entrino in vigore.

Tale approvazione è di solito una formalità che attraversa accordi pre-concordati senza modifiche, ma il processo è stato messo in discussione dopo che la Germania ha presentato opposizione dell’ultimo minuto a un’altra politica per eliminare gradualmente le auto alimentate a combustibili fossili.

Prendi In Mano Il Tuo Futuro, Diventa Produttore AgricoloPeter Liese, il principale negoziatore del Parlamento sulla riforma del mercato del carbonio, ha affermato che la politica consentirebbe di ottenere circa 25 volte più risparmi di CO2 in questo decennio rispetto ai limiti di emissione di CO2 delle automobili dell’UE.

“Per il clima, l’ETS da solo è più importante di tutti gli altri file messi insieme”, ha detto a Reuters.

Liese ha detto di aspettarsi che il Parlamento approvi la riforma con il sostegno della maggioranza.

Il prezzo dei permessi di carbonio dell’UE è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni, spinto dall’anticipazione delle riforme. I ricavi del mercato del carbonio vengono restituiti ai governi dei paesi dell’UE per investire in misure climatiche.

Il prezzo di riferimento del carbonio nell’UE è stato scambiato lunedì a circa 93 euro per tonnellata di CO2, essendo quasi quadruplicato dall’inizio del 2020. Ha raggiunto i 100 euro per tonnellata per la prima volta a febbraio.

L’UE lancerà inoltre un nuovo mercato del carbonio che coprirà i fornitori di carburanti utilizzati nelle automobili e negli edifici nel 2027, oltre a un fondo UE da 86,7 miliardi di euro per aiutare i consumatori a far fronte ai costi.

Written by: